Ciao Bruno. Con affetto e stima.

  18 agosto 2017  >   Flash

Ciao Bruno! Siamo addolorati e tristi per la tua scomparsa, improvvisa e odiosa, avvenuta ieri a Barcellona.

Bruno Gulotta, ieri pomeriggio, è stato ucciso dai terroristi che hanno riempito di orrore Las Ramblas di Barcellona  e i nostri cuori.

Abbiamo lavorato insieme fin dagli inizi dell’avventura Maker Faire Rome e Bruno era sempre pronto e disponibile a trovare le soluzioni migliori per incantare il pubblico.

Ma anche per rendere ancor più popolare il portale di tom’s Hardware, media partner della manifestazione, per il quale lavorarva.

Come ogni anno, prima della pausa estiva, ci eravamo lasciati con molte idee per la Maker Faire Rome.

Tante idee sul piatto che avremmo ripreso a settembre per trovare la giusta quadra e arricchire di contenuti Maker Faire Rome – The European Edition 4.0.

I fatti di Barcellona ce lo hanno portato via.

Maker Faire Rome si stringe al lutto della famiglia e della redazione di tom’s Hardware.

Scrive Roberto Bonanno, editore del portale, parole che sentiamo anche nostre e che, di seguito, condividiamo in un estratto:

“Bruno era un punto di riferimento per tutti quelli che lo hanno conosciuto. Per noi di Tom’s Hardware era una colonna portante.

Chiunque entrava in contatto con lui, che si trattasse di clienti, fornitori o star del web, restava colpito dalla sua gentilezza e dalla sua professionalità.

Aveva una fame insaziabile di conoscenza ed era un vero smanettone, uno di noi, anche se poi aveva deciso dedicarsi a tempo pieno al marketing e alle vendite, di cui era diventato responsabile.

E in quel ruolo non ho mai conosciuto una persona più capace. Amava studiare ogni aspetto della propria vita e professione, era un lettore insaziabile e un avido ricercatore della perfezione.”

Per leggere l’intervento completo di Roberto Bonanno e approfondire i fatti, vi rimandiamo direttamente all’intero intervento dell’editore di tom’s HardwareQUI

Al di là della cronaca, il dolore e le lacrime purtroppo ci sono anche problemi di sopravvivenza, quelli della famiglia di Bruno per la quale era l’unica fonte di sostentamento.

Per dare il tempo alla famiglia di superare l’orrore e ricominciare a vivere  – per quanto possibile –  tom’s Hardware invita tutti coloro che vogliono, a compiere un gesto di solidarietà.

Come fare? Leggete QUI