HACK DEVELOPERS: 7/8 ottobre #hackdev17

  6 ottobre 2017  >   Eventi · Flash · Progetti · Protagonisti · Ultime notizie

Si chiama Hack.Developers e rischia di essere il più grande hackathon mai realizzato in Italia. 
Questo hackathon – una vera maratona di codice – è una sfida di dimensioni mai viste fino ad ora: è la prima volta che in Italia viene organizzato un hackathon di questa vastità e che coinvolge un così grande numero di città in contemporanea: ben 25!

 Hack
Diego Piacentini

Lo scopo di Hack.Developers è quello di  costruire insieme una Pubblica Amministrazione a misura di cittadino.
Per 48 ore, sviluppatori software, ingegneri informatici, esperti di sicurezza informatica e studenti universitari si riuniranno per rispondere alle necessità –  sempre più impellenti – di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione italiana: dunque riavvieranno il sistema operativo del nostro Paese.

Gli sviluppatori di tutta Italia sono chiamati a supportare il lavoro già iniziato su developers.italia.it, la community creata a marzo dal Team per la Trasformazione Digitale in collaborazione con AgID – Agenzia per l’Italia Digitale – e annunciata proprio a Codemotion, la più grande conferenza italiana ed europea dedicata allo sviluppo software, per progettare e realizzare i servizi pubblici digitali italiani.
Sul sito developers.italia.it sono disponibili le challenge annunciate e tutte le informazioni. 

Le diverse e complesse strade che questi servizi stanno prendendo sono la chiara dimostrazione di quanto lavoro sia ancora necessario per implementare quel sistema operativo del Paese che è la visione fondamentale di Piacentini e di questo staff di persone che lavorano a palazzo Chigi a supporto dell’agenda digitale italiana.

I comuni hanno ancora diversi problemi non tanto a digitalizzare un servizio, quanto a renderli tutti comunicanti, a unire i database, a garantire standard di sicurezza e usabilità.

I PREMI

Hack.Developers è un code sprint molto particolare e vista la sua natura collaborativa ed open-source, nonché l’ampiezza delle challenge proposte, si prevede che i lavori dei team partecipanti non si concluderanno nell’arco delle 48 ore di sfida.
Stante che la partecipazione ai due giorni dell’evento in una delle sedi è obbligatoria, i team potranno continuare il loro lavoro nei giorni seguenti per poi completare l’upload dei progetti.

Scopo dell’hackathon è dare modo a una comunità di sviluppatori di lavorare sul codice Open Source della Pubblica Amministrazione ed integrarlo con altri servizi, per renderlo utile a quante più persone possibili. Non vuole essere una gara fine a sé stessa, ma punto di partenza per lo sviluppo aperto e collaborativo del software che alimenta il Sistema Operativo del paese. Per riconoscere il lavoro di sviluppatori particolarmente meritevoli, e rendere l’evento più interessante, abbiamo pensato ad alcuni premi da distribuire ai contributi migliori.

Sono previste due fasi di premiazione per l’evento, come specificato più in basso. Il montepremi sarà del valore di circa 10.000€, e verrà conferito in buoni d’acquisto per corsi Coursera.