Horgonic: “sentire” la musica, non solo ascoltarla

  3 marzo 2017  >   Accadeva a MFR · Curiosità · Flash · Progetti · Protagonisti

Può un amplificatore essere “emozionale”? Si se è Horgonic.

Se è quello presentato a Maker Faire Rome 2016, sì. Lo garantisce Fabio Romoli, 57 anni, perito elettronico di Roma, amministratore di una start-up, la Consevo Nertwork srl, che sviluppa applicazioni per piccole e medie imprese, da sempre appassionato di musica e tecnologia. Passione che lo ha portato alla fiera dell’innovazione più grande d’Europa, ospitata negli spazi della Fiera di Roma (dove ha vinto ben due Blue Ribbon, menzione speciale riconosciuta ai progetti di maggior interesse) per il progetto Horgonic.

Horgonic6

Nel suo “amplificatore emozionale” design e tecnologia si fondono in un unico oggetto: Horgonic, che diffonde musica proveniente da fonti digitali (smartphone, tablet web streaming), sprigionando emozioni. 

Linee moderne e un tocco volutamente retrò rendono Horgonic un vero oggetto di culto per estimatori, grazie all’assemblaggio manuale di valvole vintage e componenti originali degli anni ’50 ad alto contenuto artigianale. 

I componenti attivi in pura classe A lo pongono ai vertici della qualità di ascolto, offrendo prestazioni sonore di eccellenza, che integrano l’esperienza della musica nello spazio, grazie alla bellezza dei flussi cromatici delle sorgenti digitali che si rendono visibili durante l’ascolto. Un’esperienza musicale multisensoriale, che fonde sensazioni visive, tattili e acustiche in un esoterico contenitore a lastre di condensazione.

 

Horgonic 

  • è hand made
  • è assemblato in modo interamente manuale
  • monta trasformatori realizzati con bobinatrice originale del 1945
  • si compne di rari materiali originali d’epoca
  • vanta amplificazione di classe A, valvole termoioniche, cablaggi visibili in argento e seta
  • garantisce una qualità di ascolto d’eccellenza

Il prodotto, già realizzato e venduto in alcune decine di esemplari (primo modello di una linea che evolverà), seppur di nicchia si inserisce a buon titolo nella classe degli oggetti Made in Italy del segmento luxury, piccolo capolavoro di inventiva e saper fare con gusto tutto italiano;  un’arte che si osserva e si usa, un oggetto di arredamento di design funzionale.

Le produzioni sono serializzate e numerate, ogni pezzo e’ simile ad un altro ma mai identico.

Hi-fi, design Made in Italy e tecnologia: se le amate, amerete anche Horgonic!