Il Presidente CCIAA Roma: “Il nuovo Made in Italy avanza”

  31 luglio 2017  >   Eventi · Flash · Protagonisti · Ultime notizie

Centinaia d’innovazioni in “vetrina” per il NUOVO Made In Italy  e il focus su Industry 4.0 per un Maker FaIre Pronto al salto di qualità

 

 Mafde in Italy Maker Faire  Rome
Made in Italy Maker Faire Rome

 

Il Made in Italy sarà in mostra alla quinta edizione di Maker Faire Rome – The European Edition 4.0 che aprirà i battenti dall’1 al 3 dicembre alla Fiera di Roma.

L’appuntamento annuale sull’innovazione, il più importante a livello europeo, è promosso dalla Camera di Commercio della Capitale e sarà incentrato sui trend più interessanti, tra i quali:

  • .Industry 4.0 – IoT
  •  Digital Manufacturing
  •  Artisans & New Craft
  • Future Food
  • Greentech
  • Smart Mobility –
  • Recycling & Upcycling
  • Green Building
  • Robotics
  •  Augmented Reality
  • Virtual Reality
  • Coding
  • Health and Wellness
  • Science and Biosciences
  • Design
  • 3dprinting
  • -Wearables,

e molto altro ancora… 

L’ambizione –  spiega il Presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti –  è costruire una piattaforma che funga da volano per un nuovo Made in Italy e l’inserimento della quarta rivoluzione industriale fra i temi al centro della manifestazione è il segnale di quanto si voglia cercare di dare una veste imprenditoriale all’evento, cercando di spingere le idee più adatte al mercato”.

Ne sono un esempio i dispositivi connessi e pronti all’uso per l’Industry 4.0 che consentono di rendere macchinari di vecchia generazione delle nuove fonti smart di dati in grado di supportare l’operatività quotidiana delle imprese. In questo senso un fitto calendario di workshop formativi con focus proprio sull’Industry 4.0 è allo studio in questi giorni. 

Maker Faire Rome è molto più di una semplice fiera e gode di un’ottima visibilità anche in Europa”, sottolinea il CEO di Iomote (progetto presentato nel corso di #MFR16), secondo il quale  le prime quattro edizioni dell’evento “sono servite a far capire alla politica che l’innovazione dal basso, che spesso diventa start-up, è un volano fondamentale di competitività”. 

 

Made In Italy Iomote,
Made in Italy Iomote, la piattaforma IoT presentata lo scorso anno a #MFR16

C’è spazio anche per l’agricoltura innovativa, che in Italia vanta già numerose storie di successo.

Molti di questi innovatori hanno le idee chiare su cosa tirar fuori dalla partecipazione all’evento: “Il nostro obiettivo è intercettare potenziali investitori e partner di sviluppo, convincendoli della qualità del nostro prodotto e dei nostri piani di crescita”.

C’è poi chi scommette sui nuovi concetti di smart city, per illuminare strade e piste ciclabili. Impianti eolici, termici e solari dislocati al centro dell’incrocio, e anche dossi smart in grado di fungere da convertitori energetici al passaggio delle auto. 

Non mancheranno, come d’abitudine, idee geniali e curiose e una grande Area Kids dove l’approccio “learning by doing” si rivela formula vincente in grado di coinvolgere migliaia di ragazzi in attività che vanno dal coding alla robotica. 

 

Made in Italy  #MFR17 l'Area Kids sarà ancora più grande e interattiva
Made in Italy #MFR17 l’Area Kids sarà ancora più grande e interattiva

Insomma, stando alle premesse, anche la quinta edizione di Maker Faire Rome promette (molto) bene.