L’innovazione “fa curriculum”

L’esperimento del Liceo Don Bosco di Borgomanero introduce “innovazione digitale e sociale” come materia curriculare nel programma scolastico.

A Borgomanero, in provincia di Novara è nato un nuovo liceo, il “Liceo dell’Innovazione”, potenziamento del Liceo delle Scienze Umane (indirizzo economico-sociale).

Unica in Italia, questa scuola superiore si rivolge a ragazze e ragazzi interessati a scoprire la realtà locale e globale a partire da un interesse per il settore digitale. Infatti, in questo liceo, c’è una materia di 5 ore settimanale (chiamata ad hoc “Innovazione digitale e sociale”) che permette l’apprendimento delle competenze tecniche specifiche: si impara così ad utilizzare stampanti 3D, macchine taglio laser, Arduino, e le varie attrezzature di fabbricazione digitale usualmente presenti in un fablab; si studiano le arti visive, si sperimenta l’artigianato creativo e digitale, lo sviluppo di app;, si dà vita a progetti innovativi in campo sociale e culturale.

Questa disciplina viene insegnata in un’aula particolare, il “FabLab”, di cui il Liceo don Bosco è dotato, come già diverse altre scuole italiane.

La novità in questo caso è quella di aver introdotto non un laboratorio, ma una vera e propria materia (“Innovazione”, appunto), facendone un modello unico in cui Fab Lab e stampa 3D sono, a tutti gli effetti, disciplina scolastica curriculare, tale da prevedere – al pari di tutte le altre – frequenza obbligatoria e voto in pagella.

Si studiano quindi i “makers”, gli innovatori, i nuovi paradigmi economici, già a partire dal primo anno.

Questa materia (insieme a Economia e Diritto, lingua Inglese e Spagnolo, Scienze Umane, Matematica, Geo-storia ed Italiano), forma il curriculum di questo nuovo indirizzo di studi, che permette di apprendere competenze di comunicazione, digitali, creative, imprenditoriali e, soprattutto, l’arte di “imparare ad imparare”.

Una grande sperimentazione, che vede in questa scuola di provincia una offerta formativa dove “la tradizione educativa è presente per tenere acceso il fuoco della passione, nel ricordo di don Bosco”.

 

Per saperne di più, vi invitiamo a visitare il sito del Liceo 

 

 
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInShare on Tumblr