A #MFR la realtà virtuale incontra l’idea di Leonardo Da Vinci: ecco Vitruvian Game!

  30 novembre 2017  >   Eventi · Flash · Progetti · Ultime notizie

dall’1 al 3 dicembre fablab network presenta il primo simulatore di volo per tuta alare!

 

Con Vitruvian Game Potrai volare ovunque e provare un’esperienza unica.

 

 

Realizza due fondamentali intuizioni di Leonardo Da Vinci: il volo e il canone vitruviano. Tutto in un giroscopio applicato alla realtà virtuale. Si chiama Vitruvian Game ed è il pezzo forte del grande stand organizzato da FabLab Network alla Maker Faire Rome, la rassegna europea degli innovatori che sperimentano e fanno impresa nel circuito internazionale dei FabLab.

Dopo l’anteprima del prototipo al DigitalMEET del mese scorso a Padova e nelle altre città del Veneto, il Vitruvian Game si presenta alla platea europea con ulteriori migliorie ed applicazioni. Infatti la nuova tecnologia, che permette di rendere ancora più immersiva ed interattiva la realtà virtuale, dalla fase ludica, con la possibilità di simulare in maniera iper realistica il volo con una tuta alare, aiuterà presto ad aumentare la sicurezza nei cantieri edili.

Frutto quest’ultima frontiera per il giroscopio motorizzato, della collaborazione tra due aziende venete:

  • Busnet, che presenta una applicazione che permette, sfruttando l’intelligenza artificiale, di predire il futuro e i possibili incidenti in un cantiere, data la configurazione di un determinato spazio nelle tre dimensioni;

 

  • Hybrid Reality realtà messa a punto da tre giovani donne, che esplorano il territorio di frontiera tra architettura e neuroscienze, dove competenze di progettazione e rigore metodologico si incontrano. Il risultato è un’applicazione della realtà virtuale che si distanzia dal semplice intrattenimento, proponendosi come strumento di conoscenza basato su dinamiche esperienziali. Hybrid Reality crea simulazioni virtuali di situazioni che sarebbero impossibili da testare nel mondo reale, facilitando un apprendimento efficace e senza rischi, ad esempio in ambito di prevenzione del rischio in ambiente edilizio, logistico e industriale.

 

Questa applicazione dell’intelligenza artificiale è il nuovo progetto che Intel ha già finanziato per il 2018 alla rete FabLab Network a cui partecipano i centri dell’innovazione che partecipano al nostro stand a Maker Faire Rome – spiega Paolo Moro, fondatore di FabLab Network le innovazioni che portiamo alla fiera di Roma non sono per noi un punto di arrivo ma un punto di partenza perché l’innovazione o è continua e progressiva, o non è innovazione”. 

 

FabLab Network vi aspetta a Maker Faire Rome dall’1 al 3 dicembre presso lo Stand E16 (Pad.7)