Moda e stampa 3D: effetto WoW

  3 agosto 2017  >   Flash · Progetti · Ultime notizie

DANIT PELEG LANCIA LA PRIMA GIACCA STAMPATA IN 3D SU ORDINAZIONE ON-LINE E PERSONALIZZATA

 

La stampa 3D spicca il volo anche nel mondo della moda e gli indumenti progettati e realizzati con questa tecnica innovativa fanno sempre più tendenza. A dimostrarlo il lavoro della designer israeliana Danit Peleg, la cui collezione di cinque pezzi per il prestigioso “Shenkar College of Engineering and Design” è stata interamente costruita utilizzando una stampante 3D.

 

Stampa 3d : a giacca di Danit Peleg
Stampa 3d :la giacca di Danit Peleg

 

La giacca stile “bomber” di Peleg è realizzata con un materiale speciale in gomma Filaflex con rivestimento in tessuto. Il modello può essere personalizzato in base alle misure e alle preferenze  del cliente. Di contro, per questa esclusività, il costo di questo capo non è proprio alla portata di tutti: circa 1.500$.

Tuttavia, dato il tempo ed i materiali necessari per la produzione, Danit afferma che questo è un prezzo  equo per un assaggio di futuro. L’idea di fare un indumento stampato in 3D su ordinazione è nata quando Peleg stava progettando un vestito per la ballerina Amy Purdy.

Andy lo avrebbe indossato per la cerimonia di apertura dei Giochi Paralimpici di Rio 2016. Non avendo mai incontrato la sua modella, la stilista si è basata sull’applicazione innovativa “Nlist” un software  che consente una sessione di montaggio virtuale.

 

La ballerina Amy Purdy con un vestito stampato in 3D realizzato da Danit Peleg per le Paralimpiadi di Rio 2016

 

Il tempo di produzione totale di quel capo fu di 100 ore. Potrebbe sembrare un po’ alto rispetto ai tempi di produzione tradizionali. In realtà è tre volte più veloce rispetto a solo due anni fa. Se la tecnologia continua ad avanzare a questo ritmo i vestiti in 3D potrebbero richiedere meno di un giorno. Più aziende e designer potrebbero implementare questa tecnologia nel loro normale ciclo di produzione.

“Siamo entusiasti di aiutare Danit a portare i vestiti stampati in 3D sul mercato e far parte di questo incredibile viaggio… La nostra partnership creativa ha aiutato a definire un flusso di lavoro a vantaggio dei nostri clienti e crediamo fortemente che questo settore, nei prossimi anni, sarà radicalmente trasformato“, afferma Elizabeth King, vicepresidente delle soluzioni digitali dell’eco-sistema di Gerber Technology che sta supportando la Peleg.

Per il materiale con cui è stata stampata la giacca, Peleg ha fatto uso – come detto prima- del filamento flessibile prodotto dalla società di stampa spagnola Filaflex. L’azienda sta ora sperimentando l’idea di sviluppare una factory di stampa 3D specificatamente per la progettazione di moda e la produzione di indumenti. La Peleg afferma che si sente pronta ad usare la tecnologia offerta dalla stampa 3D per la progettazione e realizzazione di piccole produzioni di abiti, unici e tecnologicamente avanzati, con un focus specifico sull’abbigliamento sportivo.

Per il futuro, Danit si augura che venga realizzata una piattaforma sociale e collaborativa che consenta agli utenti di acquistare disegni e di stampare i propri abiti.

Per un giovane designer, questa potrebbe essere un’occasione incredibile” dice. “Immaginiamo che un capo divenga virale grazie a tale piattaforma: in men che non si dica il talento di un giovane stilista potrebbe  essere accessibile a tutti“.